Il tiro alla fune…dei prezzi!

Nel mercato ipercompetitivo di oggi, negozianti, titolari di impresa e liberi professionisti sono costretti a combattere la folle guerra dei prezzi.

Ormai non esiste alcun settore, neanche i più innovativi, che sia completamente privo di concorrenza. Oggi tutto è disponibile, subito, a casa o in ufficio, il consumatore è diventato “onnipotente”.

Quindi come puoi smettere di sgomitare per farti notare, scavalcare i competitor ed emergere tra la folla?

La tua arma principale – che spesso viene trascurata – è il marketing.

Probabilmente finora hai provato a promuoverti di testa tua o ti sei messo nelle mani di qualche web agency, ma tutto questo non ha portato risultati. E hai solo sprecato tempo e soldi.

Il motivo è semplice. Nessuno ti ha mai spiegato COME devi fare marketing e soprattutto nessuno ha deciso di “combattere” al tuo fianco prendendosi la responsabilità di quello che ti consiglia. Troppo facile fare due post, un video e un blog…

Comunque no, non ti serve una laurea.

L’università NON insegna le nozioni più utili per le PMI, ma si concentra a formare e sfornare futuri dipendenti che occuperanno poltrone in grandi aziende (quando va bene) e che decideranno come fiammare meglio il budget aziendale in campagne di marketing creative e con ritorno pari a zero.

Quando va male, un laureato in marketing finisce in una PMI e con la sua mentalità da grande azienda incenerisce l’intero budget annuale creando solo danni.

Il marketing non è qualcosa che puoi delegare all’esterno o a qualche saccente fresco di laurea.

Per vincere la guerra dei prezzi, emergere nel mercato attuale e vendere i tuoi prodotti a prezzi più alti… hai bisogno di ottenere il controllo del piano marketing.

E per farlo devi conoscere le basi, le strategie e le tecniche di marketing in grado di portarti risultati nel breve, medio e nel lungo termine.

Questo è l’unico modo che hanno gli imprenditori per ottenere il successo e risollevare le proprie aziende in questo preciso momento storico.

Infatti, ho creato per te un percorso che contiene le istruzioni da seguire, che ti permetterà di capire quali sono le regole del marketing che funzionano davvero e come applicarle in modo da spazzare via i competitor e aumentare i profitti, nonostante l’economia non giri a nostro favore.

Voglio mettere a tua disposizione una consulenza attraverso il percorso che ho messo in pratica, frutto della mia esperienza imprenditoriale dal 1984.

Il percorso Imprenditore Evoluto il primo (e unico!) mentoring imprenditoriale nel quale si parla di atteggiamento imprenditoriale (base fondamentale per poter crescere), dell’analisi dei numeri della tua azienda (per capire come ti stai muovendo, cosa puoi fare per migliorare le tue finanze e quindi iniziare ad attivare strategie di marketing), di strategie di marketing (posizionamento, valori differenzianti, scala dei valori, ecc.)

Il percorso è composto da tre moduli:

START (partenza): non si può intraprendere un cammino se non si inizia da una partenza efficace.

Il primo passo di ogni percorso è fondamentale per consentire di muovere i passi successivi sapendo di aver “costruito” delle solide fondamenta.

Start è quindi la fase preventiva per essere dei buoni imprenditori ed avere le competenze “mentali” imprenditoriali.

RUN (corri): una buona partenza consente di garantirsi il giusto ritmo, il giusto passo da seguire. Per arrivare in fondo, per ottenere l’obiettivo, è necessario allenamento e dedizione al fine di ottenere una prestazione ottimale.

Correre è quindi indispensabile per mantenere il ritmo, essere proattivi e giungere all’obiettivo in maniera consapevole.

Run si prefigge l’obiettivo della consulenza e della corretta gestione aziendale.

GROW (crescita): una volta partiti con il piede giusto ed aver impresso il “ritmo” all’attività è indispensabile determinare la crescita costante che garantisce solidità finanziaria ed operativa.

Grow quindi si prefigge di integrare le capacità imprenditoriali (Start) alla giusta gestione aziendale (Run) con le competenze del marketing strategico.

Nello specifico parliamo del modulo GROW nel quale il mio obiettivo è quello di offristi e mettere tua disposizione tutte le mie competenze per consentirti di:

  • identificare il tuo prodotto/servizio, valutare la concorrenza, i valori differenzianti.
  • individuare il giusto posizionamento sul mercato, la promessa, la comunicazione giusta con il tuo potenziale cliente.
  • determinare una strategia che ti porta ad essere presente, autorevole e genera consapevolezza nel mercato.

Come fare? Semplicissimo, partiamo da una analisi preliminare gratuita ti consentirà di analizzare soprattutto i punti di forza sui quali intervenire che faranno automaticamente sparire i tuoi punti deboli (e quelli della tua attività).

Datti la possibilità di tentare.

Non stai rischiando nulla, ma potrebbe essere la scelta più importante della tua carriera imprenditoriale.

Auspico che tua sia curioso almeno di sapere di cosa si tratta, anche io sono curioso di conoscerti ed poterti aiutare.

Contattami e ne parleremo.

Permetti di presentarmi, mi chiamo Antonio Finocchi, mi definisco un Agevolatore di Business, un Aggregatore di Relazioni, mi occupo di Economia Collaborativa.
Sono imprenditore dal 1984, le mie aziende sono tuttora floride e sul mercato, le mie intuizioni imprenditoriali hanno generato format e attività di importante livello.
Mi occupo di mentoring, trasferimento professionale di esperienze, credo fermamente che “puoi trasferire solo ciò che hai fatto di persona”.
Sono il creatore di Imprenditore Evoluto(R) e Time Voucher(R) e dell’ultima realtà imprenditoriale (OPEN) che si occupa di Marketing Strategico e Consulenza Imprenditoriale.
Se vuoi conoscere qualcosa di più su di me visita il mio sito e quello della mia azienda.
Continua a seguirmi!

I fatti dicono più delle parole. Ecco una testimonianza.

Oggi ti voglio parlare di come la mia azienda “OPEN” che puoi visitare a questo link, riesce davvero a dare una mano agli imprenditori.

Ti racconto una storia.

Nel mese di Novembre 2018 ci richiede una consulenza Emidio, della ditta Solmas.

Emidio è un imprenditore con una idea imprenditoriale interessante, si occupa di ispezioni non distruttive e manutenzione predittiva.

Da subito mi piace la sua idea, mi piace come l’ha sviluppata e con quanta passione segue il suo lavoro.
Peccato che una buona idea e la passione non bastino per riempire il piatto di pranzo e cena.
Emidio si rivolge a noi perchè ha necessità di diffondere la propria impresa e di acquisire clienti.

Dopo la prima consulenza decide di intraprendere un percorso imprenditoriale, per la precisione IMPRENDITORE EVOLUTO, nel quale, attraverso delle riunioni di mentoring abbiamo analizzato la sua situazione attuale aziendale, i numeri dell’azienda ed abbiamo iniziato a mettere in piedi una strategia di marketing, on-line ed off-line.

Risultato: siamo ad Aprile 2019 ed Emidio non solo sta modificando il suo mindset (atteggiamento mentale) ma anche raggiunto degli obiettivi iniziali importanti. Ha infatti concluso un contratto con Enel Green Power, è entrato in contatto con Società Autostrade con la quale concluderà a breve un contratto ed è in contatto con una importante compagnia di navigazione italiana.

Una impresa straordinaria per lui, molto più normale per noi, che siamo riusciti a sviluppare il meglio che Emidio riesce a trasferire nella sua attività e canalizzarlo in una strategia vincente.

Ha attivato un posizionamento che gli consente di entrare in contatto con la tipologia di clienti che sono quelli del suo target e stiamo sviluppando interessanti collaborazioni che probabilmente fino a qualche mese prima era impensabili.

Emidio ci ha rilasciato questa testimonianza che ti invito a guardare.

Queste sono le nostre soddisfazioni, sono le soddisfazioni dei nostri clienti!

Come è stato possibile tutto questo? Attraverso il percorso imprenditoriale IMPRENDITORE EVOLUTO.

Cos’è IMPRENDITORE EVOLUTO?

La nostra importante esperienza nell’ambito della consulenza aziendale e marketing strategico ci ha condotti alla realizzazione di un obiettivo che sembrava impossibile.

Forti delle consulenze imprenditoriali avute i questi anni siamo riusciti a focalizzarci su un progetto che possiamo definire il primo (e unico!) sistema consulenziale che è l’evoluzione stessa della consulenza.

IMPRENDITORE EVOLUTO® è la base fondamentale del percorso di consulenza imprenditoriale e Time Voucher® ne è la sua essenza.

Il nostro obiettivo è di portare ogni imprenditore o professionista che si vuole relazionare con noi all’ECCELLENZA attraverso un percorso nel quale “paghi solo per il tempo” a tua disposizione.

Il progetto si basa su un percorso in tre tappe fondamentali:

MENTORING

Si fa tanto parlare di formazione e coaching, il nostro sistema è basato sul mentoring, una relazione professionale di trasferimento di esperienze.

In sostanza ogni sessione deve essere attiva e pratica, vogliamo abolire inutili e farraginosi fogli di appunti, troppo spesso dimenticati in un angolo della scrivania come ricettacolo di polvere. Il nostro innovativo sistema di sviluppo dell’eccellenza si basa sulla relazione professionale quale processo di trasferimento delle esperienze.

Ognuno di noi ha sempre l’opportunità di imparare se la relazione che si instaura non è a senso unico. Il trasferimento delle esperienze genera crescita automatica ed apprendimento costante in forma evolutiva.

TIME VOUCHER®

Il sistema TV® è l’innovativo metodo di fruizione del mentoring. L’unità di misura del mentoring che abbiamo ideato è il TV® un voucher sotto forma di “carnet del tempo”. In buona sostanza il mentoring viene erogato in base ai TV® che hanno il valore di un’ora ciascuno.

Il nostro cliente potrà utilizzare ogni TV® a suo piacimento (al di fuori del mentoring di percorso) per proprie attività che possono essere consulenza marketing, piuttosto che aziendale o di vendita ecc.

Ogni percorso di mentoring prevede un carnet di TV® prestabilito e l’eventuale aggiunta di ulteriori TV® a giudizio del cliente per potenziare successivamente o in contemporanea il trasferimento di esperienze e l’evoluzione delle competenze.

Il nostro obiettivo è fare in modo che il nostro cliente riesca a svincolarsi dal mentoring per “camminare con le proprie gambe” sapendo che al suo fianco ci sarà sempre un “guerriero” pronto a combattere con lui cedendo una delle cose più importanti della vita personale: il tempo.

Le tre fasi di mentoring sono le seguenti:

START (partenza): non si può intraprendere un cammino se non si inizia da una partenza efficace.

Il primo passo di ogni percorso è fondamentale per consentire di muovere i passi successivi sapendo di aver “costruito” delle solide fondamenta.

Start è quindi la fase preventiva per essere dei buoni imprenditori ed avere le competenze “mentali” imprenditoriali.

RUN (corri): una buona partenza consente di garantirsi il giusto ritmo, il giusto passo da seguire. Per arrivare in fondo, per ottenere l’obiettivo, è necessario allenamento e dedizione al fine di ottenere una prestazione ottimale.

Correre è quindi indispensabile per mantenere il ritmo, essere proattivi e giungere all’obiettivo in maniera consapevole.

Run si prefigge l’obiettivo della consulenza e della corretta gestione aziendale.

GROW (crescita): una volta partiti con il piede giusto ed aver impresso il “ritmo” all’attività è indispensabile determinare la crescita costante che garantisce solidità finanziaria ed operativa.

Grow quindi si prefigge di integrare le capacità imprenditoriali (Start) alla giusta gestione aziendale (Run) con le competenze del marketing strategico.

Vuoi saperne di più? Vuoi anche tu elevarti come ha fatto Emidio?

Chiedici una consulenza gratuita e…sorprenditi!!!

Come riconoscere il cliente ideale?

Ritengo che questa sia la domanda che tormenta in maniera assidua ogni imprenditore o professionista che, con antiquati sistemi di marketing o l’assenza degli stessi, non riesce ad identificare e quindi attrarre.

Facciamo una analisi concreta:

Quanti sono i clienti che pagano puntualmente, non chiedono sconti e si complimentano sempre per l’assistenza che ricevono?

Provo ad immaginare la risposta.

“Questi clienti non esistono, mi consumo di lavoro ma i clienti vogliono solo sconti, e per pagare c’è sempre tempo!”

Permettimi di dirti che questo pensiero è SBAGLIATO!

Il cliente ideale esiste, eccome, devi solo sapere come farlo arrivare da te, in modo certo e metodico.

Il cliente ideale è quella persona che:

  • Desidera essere aiutata solo da te e brama i tuoi servizi come se fossero la cosa più importante;
  • È disponibile a PAGARE il tuo prodotto/servizio, perché ti riconosce come competente in quello che fai;
  • NON è a caccia del prezzo più conveniente ma vuole la soluzione ai suoi problemi, non vuole ritornare dopo 3 settimane con lo stesso problema;
  • È amichevole e cooperativo;
  • Vuole il tuo prodotto/servizio al più presto;
  • È disposto a pagare un prezzo più alto rispetto alla media di mercato perché ti percepisce come un esperto che può aiutarlo a risolvere definitivamente il suo problema;
  • Ecc…

Se sei pieno di clienti così, puoi terminare la lettura, non ti servo.

Se invece, come credo, scarseggiano e il sogno di avere clienti del genere è un tuo fondamentale obiettivo, sono certo di poterti dare una mano.

Ho messo a punto, dopo oltre sei mesi di lavoro, Imprenditore Evoluto, il primo (e unico!) percorso per portarti all’eccellenza.

Come faremo?

Innanzi tutto con una analisi preliminare gratuita nella quale stabiliremo quanto sei distante dalla curva dell’imprenditore evoluto e quindi analizzeremo i punti di debolezza da elevare.

Faremo mentoring, non formazione o coaching, il mentoring è una relazione professionale di trasferimento delle esperienze nel quale metteremo in campo un Action Plan (un piano di azione) per farti acquisire le necessarie competenze imprenditoriali e smettere di fare il dipendente della tua azienda.

Inoltre ho messo a punto Time Voucher, il primo (e unico!) sistema attraverso il quale sarai tu stesso a determinare il prezzo del percorso, come lo vorrai pagare e quanto tempo ritieni, o meglio riteniamo insieme, possa essere necessario. Quindi pagherai il prezzo giusto, nel modo migliore che ritieni, avendo a disposizione il tempo necessario attraverso dei Vaucher di tempo.

Se non credi sia interessante, allora continua pure come hai sempre fatto!

Se invece ritieni che un percorso tagliato su misura per te, per la tua evoluzione, per accrescere delle competenze sia qualcosa che ti potrà far fare la differenza sul mercato Imprenditore Evoluto è il giusto mezzo per arrivare al traguardo ed avere solo i clienti ideali.

Riempi il modulo che trovi qui e richiedimi una consulenza, se non riuscirò a sorprenderti saremo comunque cresciuti insieme.

Errore: Modulo di contatto non trovato.

AMBITUDINE non un nuovo termine, uno stile!

Oggi prendo spunto da un video che ho condiviso con un gruppo su Facebook.

Ho coniato un nuovo termine “AMBITUDINE” la coniugazione fra AMBIzione e abiTUDINE. Possono sembrare due cose completamente diverse fra loro ma è opportuno rifletterci un attimo.

Cos’è l’ambizione, il vocabolario dice: desiderio legittimo di migliorare la propria posizione o di essere valutato secondo i propri meriti.

Partiamo da qui, l’ambizione a mio avviso è la voglia di mettercela tutta per riuscire in qualcosa, il percorso che porta ad un obiettivo. Che costa sforzi, investimenti, fatica, gioie ed ha come ricompensa il riuscire ad ottenere qualcosa, in maniera lecita ovviamente.

Pensiamo ai bambini, i fantastici bambini, quanto sono ambiziosi? E lo sono in maniera trasparente, pulita. Un bambino che vuole salire sul divano ci prova, non ci riesce, ci riprova, non ci riesce, non si da per vinto, ci riprova…fino a che non ci riesce. Ha ben chiaro il suo obiettivo e ce la mette tutta per riuscire, anche se quel divano, per lui, sembra essere un muro insuperabile!

Quante volte invece noi stessi ci “castriamo” trovando delle scuse del tipo “è troppo difficile”, “è troppo complicato”, “non funziona” e via dicendo. Quante volte ci arrendiamo prima ancora di aver provato. Vuol dire che non c’è ambizione, vuol dire che non siamo pronti anche a pagare un prezzo per ottenere quello che davvero vogliamo.

Certamente non è detto che tutte le ambizioni poi si trasformino in un risultato concreto e positivo, pensiamo a Edison, quante volte ha fallito prima di riuscire a far accendere la prima lampadina! Ma ogni volta che ha fallito, come diceva lui stesso: “ha trovato un modo nuovo per non far accendere una lampadina” cioè si avvicinava sempre di più alla soluzione.

Certo è che se non si è ambiziosi, se non si vuole portare a termine qualcosa, se non si è pronti a “fare”, a percorrere un cammino anche in salita, a portare dei correttivi, ad andare avanti, si ottengono due risultati, il non fare e la mediocrità.

Una volta che dentro di noi scatta l’ambizione e scatta la volontà di iniziare il percorso per ottenere il risultato, deve scattare anche l’abitudine, cioè (come recita il mio amico vocabolario): tendenza alla continuazione o ripetizione di un determinato comportamento.

Quindi l’abitudine non è altro che mettere in atto una serie di comportamenti continuativi per arrivare al frutto oggetto dell’ambizione.

Certamente è un concetto particolare, ma se fosse stato normale lo faremmo tutti, è invece no, purtroppo.

L’abitudine, come l’ambizione, costa degli sforzi, il primo passo è quello più difficile, mi spiego meglio con un esempio: da anni pratico la camminata nordica, ogni mattina, all’alba. Quando ho deciso che questa attività sarebbe stata per me, ho acquistato le scarpe, il vestiario adatto, i bastoncini, mi sono documentato sulle tecniche, e fino a qui tutte cose molto statiche. Ma poi dovevo iniziare, sveglia alle 5,30; fuori è ancora notte, è Ottobre e fa anche discretamente fresco, dentro di me penso, vabbè magari inizio domani, sarà un tempo migliore, eppure la mia mente inizia a “ordinarmi” di vestirmi, prepararmi, allacciarmi le scarpe, prendere i bastoncini e…uscire.

Credetemi la prima volta non è stata una passeggiata, oltre al freddo la mancanza di conoscenza della pratica, anche i primi fastidi dovuti alla “ruggine” delle mie articolazioni, il silenzio assoluto, insomma non è stato proprio un piacere. Ma il giorno successivo sono uscito di nuovo, sapendo quello che mi aspettava, ma obbligando me stesso a provare a superare quello che avevo fatto il giorno prima, ho aggiunto un piccolo particolare, telefono e cuffiette, tutta un’altra musica!

No, non solo perchè ascoltavo la musica, perchè ho iniziato a sfruttare quel momento tutto mio, con la natura, per riflettere, per pensare, e nella mente fluivano pensieri di ogni tipo. Ero altrettanto stanco ma più soddisfatto.

Quindi anche il giorno successivo sono uscito, ed i pensieri piano piano sono confluiti nella giornata che mi aspettava, e piano piano mi arrivavano addirittura delle soluzioni alle cose che avrei dovuto fare, non solo nel lavoro ma anche in famiglia, niente più stanchezza, mi sono complimentato con me stesso perchè avevo addirittura risolto qualcosa che sembrava insormontabile.

E così il giorno dopo, e quello dopo ancora. Finchè queste mie uscite sono diventate quasi una necessità un appuntamento fisso con me stesso per 45 minuti. Ed ho cominciato a parlarne ad altri, dapprima anche un pò deriso, ma poi anche altri si sono convinti ed hanno iniziato, ed hanno trovato giovamento, fisico e mentale.

Oggi se non esco, non resisto, mi manca, sento che mi manca qualcosa per completare la mia giornata, mi manca la soddisfazione di rientrare dopo i miei 5/6 kilometri ed una manciata di problemi in meno!

E’ diventata una abitudine, l’ambizione di voler migliorare, stare meglio con il mio fisico oggi è diventata l’abitudine di stare meglio anche con tutto il mio corpo.

Quindi, se ce l’hai fatta a leggere fino qui e non ti ho tediato troppo, inizia a far prendere corpo in te una ambizione, piccola, semplice ma che davvero vuoi. Metti in campo tutte le tue energie per iniziare e fai in modo che queste energie si canalizzino per diventare una abitudine, potresti scoprire che ti piace, ci potresti prendere gusto e fare diventare l’AMBITUDINE una nuova abitudine.

Ti auguro davvero di riuscire, di fare, e ricorda “fra il dire e il fare, c’è di mezzo…il fare!

Condividi questo messaggio con le persone che apprezzi e a cui tieni, lascia un commento se vuoi e visita il mio sito www.antoniofinocchi.it

Se vuoi contattarmi usa il form qui sotto e…buona vita!

Errore: Modulo di contatto non trovato.